Deborah Humble – mezzosoprano

Deborah Humble è tra i mezzosoprano drammatici più richiesti di nostri tempi. Si esibisce regolarmente nei più prestigiosi teatri e sale da concerto al mondo, soprattutto nel repertorio verdiano e wagneriano.

L’anno 2015 inizia con uno dei più importanti ruoli del mezzosoprano, Erda ne L’oro del Reno, in recite in forma di concerto con la Hong Kong Philharmonic Orchestra sotto la direzione musicale di Jaap van Zweden. Ad aprile Deborah Humble debutta presso la Symphony Hall di Boston con il ruolo di Erda inSiegfried, mentre a maggio debutta il ruolo di Brangäne in Tristano e Isotta a Mexico City col direttore d’orchestra Jan Latham-König. Ad agosto 2015 interpreta la parte di Giuditta ne Il castello del Duca Barbablù a Melbourne. Tra gli altri impegni della stagione 2014/2015 spiccano Catherine in Jeanne d’Arc au Bûcher di Honegger e Elektra alla Staatsoper di Amburgo con Simone Young, la Sinfonia n. 3 di Gustav Mahler con la Queensland Symphony Orchestra a Brisbane sotto la direzione musicale di Johannes Fritzsch, Sea Pictures di Elgar a Bamberg, Parsifal a Birmingham con Andris Nelsons, il Requiem di Giuseppe Verdi a Londra, la Sinfonia n. 8 di Mahler a Singapore e la Sinfonia No. 9 di Beethoven a Hong Kong.

Nella stagione 2013/2014 il mezzosoprano interpreta i ruoli di Erda e Waltraute in tutte e quattro le opere del Anello del Nibelungo di Opera Australia a Melbourne (Pietari Inkinen, direttore), riscuotendo un notevole successo presso il pubblico e la critica internazionale. Seguono Elia di Mendelssohn alla Sydney Opera House sotto la direzione musicale di Paul McCreesh, i Wesendonck-Lieder a Wellington, recital a Melbourne e Sydney e la Sinfonia n. 1 «Parabola del Anello» di Gloria Bruni con l’Orchestra Sinfonica di Amburgo.

Nel 2013 debutta la parte di Amneris in Aida a Melbourne sotto la direzione musicale di Renato Palumbo. Nella stagione 2012/2013 si esibisce nel ruolo di Erda ne L’oro del Reno a Brisbane sotto la direzione musicale di Simone Young, nel Requiem di Duruflé, nel ruolo di Pauline in Pique Dame con Vladimir Ashkenazy a Sydney e nella parte di Erda in Siegfried a Ludwigshafen e Halle.

È nel 2008 con la sua interpretazione di Erda ne L’oro del Reno nell’inaugurazione della nuova produzione della Tetralogia di Klaus Guth diretta da Simone Young alla Staatsoper di Amburgo che Deborah Humble attira l’attenzione critica internazionale. Nella stessa edizione della Tetralogia interpreta inoltre il ruolo di Waltraute ne Il crepuscolo degli Dei e quello di Erda in Siegfried.

Dal 2005 al 2011 Deborah Humble fa parte del ensemble della Staatsoper di Amburgo, dove canta tra l’altro ruoli quali Zenobia (Radamisto), Bradamante (Alcina), Hänsel (Hänsel und Gretel), Suzuki (Madama Butterfly), Olga (Evgenij Onegin) e Malik nella prima tedesca dell’Upupa di Hans Werner Henze.

Prima del ingaggio presso la Staatsoper di Amburgo il mezzosoprano è artista principale della compagnia di Opera Australia, dove canta ruoli quali Didone (Dido and Aeneas), Sonyetka (Lady Macbeth del Distretto di Mcensk), Clarissa (L’amore delle tre melarance), Lola (Cavalleria rusticana) ed il ruolo della protagonista nell’Iolanthe di Gilbert e Sullivan.

Nata a Bangor, nel Galles, Deborah Humble è cresciuta in Australia, ad Adelaide. Inizia gli studi musicali e vocali presso l’Elder Conservatorium dell’Università di Adelaide ed all’Università di Melbourne. Nel 1995 viene ammessa al prestigioso Young Artists Programme della Victoria State Opera. Al inizio della carriera è vincitrice del prestigioso Dame Joan Sutherland Scholarship e nel 2008 è finalista del International Wagner Competition della Seattle Opera.

aprile 2015

Advertisements